Home Page - Dialettica e Filosofia Home Page Forum e news Profilo Facebook di Dialettica E Filosofia
 
Redazione Presentazione
   
Quaderni2
 Elenco quaderni
 
Didattica
 Autori
 Bibliografie
 Percorsi
 Temi
 
Dialettica e Filosofia
 Recensioni/Interviste
 Saggi/Temi
 Riviste/Eventi
 Sitografia
 
Filosofia e Economia
 Recensioni/Interviste
 Saggi/Temi
 Riviste/Eventi
 Sitografia
 
Dialettica & Filosofia: saggi
[torna indietro]
CARLA M. FABIANI-LA PLEBE IN HEGEL. GENNAIO 2007

Dialettica e filosofia  -  ISSN 1974-417X
[online]

Università degli studi di Lecce

 

Dottorato in «Etica e Antropologia. Storia e fondazione»

 

XVII ciclo

Anno accademico 2005-2006

 

Titolo della Tesi:

Der Pöbel in Hegel. Dimensione etica ed economica del riconoscimento.

 

Candidata: Carla Maria Fabiani

 

Tutor interno: Chiarissimo Prof. Mario Signore (Lecce)

Tutor esterno: Chiarissimo Prof. Roberto Finelli (Bari)



Ma, a proposito, importunissimamente ne si mette avanti gli occhi una gran parte de la plebe; la quale è una sì fatta sentina che, se non fusse ben ben suppressa da gli altri, mandarebbe tal puzza e sì mal fumo, che verrebbe ad offuscar tanto il nome di tutta la plebe intiera, che potrebe vantarsi l'Inghilterra d'aver una plebe, la quale in essere irrespettevole, incivile, rozza, rustica, salvatica e male allevata non cede ad altra, che pascer possa la terra nel suo seno. Or, messi da canto molti soggetti, che sono in quella degni di qualsivoglia onore, grado e nobiltà, eccovi proposta avanti gli occhi un'altra parte, che, quando vede un forastiero, sembra, per Dio, tanti lupi, tanti orsi, che con suo torvo aspetto gli fanno quel viso, che saprebe far un porco ad un che venesse a torgli il tinello d'avanti.

Giordano Bruno (detto il Nolano), da La Cena delle Ceneri 1584

 

 

 

C.

Il carattere del popolo

          

Col termine popolo (populus) si intende l’insieme degli uomini raccolti in un paese in quanto esso costituisce un tutto. Si chama nazione (gens) quell’insieme, o gli elementi di esso, che per l’origine comune si riconosce congiunto in un’unità civile; la parte che si esclude da queste leggi (cioè la moltitudine indisciplinata del popolo) è detta plebe (vulgus) * che, quando si assembra illegalmente, dà luogo al perturbamento (ager per turbas), che priva il volgo della qualità di cittadino.

     

*) Il nome ingiurioso di canaglia (la canaille du peuple) deriva probabilmente da canalicola, gente oziosa che bighellonava lungo un canale nell’antica Roma, deridendo la gente al lavoro (cavillator et ridicularius, cfr. Plautus, Curcul.)

 

 

Immanuel Kant, da Antropologia dal punto di vista pragmatico 1798

 

 

 

 

 

 

«Pauper ubique jacet » (Dappertutto ci sono poveri), esclamò la regina Elisabetta dopo aver fatto il giro dell’Inghilterra. Infine, nel quarantatreesimo anno del suo regno, si fu costretti a riconoscere ufficialmente il pauperismo mediante l’introduzione della tassa dei poveri. «Gli autori di questa legge si vergognavano di esporne i motivi e quindi la mandarono pel mondo, contro ogni tradizione, senza nessun   p r e a m b l e (motivazione della presentazione)»

 

 

Karl Marx (detto il Moro), Il Capitale, libro I, XXIV cap: La cosiddetta accumulazione originaria 1867

(leggi il pdf)

Scarica il documento completo
Home | Redazione | Presentazione | Comitato Scientifico | Contatti


FORUM E NEWS iscriviti!


Tutto il materiale pubblicato su questo sito è sottoposto a Licenza Creative Commons.

Ideazione C. M. Fabiani nell'ambito del POR PUGLIA 2000 – 2006 - Asse III, Misura 3.12 - “Miglioramento delle risorse umane nel settore della ricerca
e sviluppo tecnologico” Azione a) Intervento specifico A.1): “Borse di ricerca”
Dialettica e filosofia - ISSN 1974-417X [online]
 Copyright 2007 Dialetticaefilosofia.it - Realizzazione sito: Smartcom Srl - Lecce Siti Internet - Assistenza Computer - Reti Computer -  Lecce